Servizi di geolocalizzazione su Yahoo

  • Pubblicato da Yahoo Safety

Le applicazioni di monitoraggio basate sulla posizione, disponibili per smartphone e altri dispositivi, rendono più semplice che mai mostrare agli amici e alla famiglia dove ci si trova in tempo reale. Ad esempio, è possibile effettuare un singolo check-in presso un ristorante o impostare il telefono affinché trasmetta aggiornamenti in base agli spostamenti dell'utente. Prima di utilizzare i servizi di geolocalizzazione, è bene tenere a mente alcune considerazioni per assicurarsi di condividere solamente i contenuti desiderati.

Che cosa sono i servizi di geolocalizzazione?

I servizi di geolocalizzazione sono applicazioni, siti Web o prodotti che identificano la posizione di una persona, sia per uso privato, sia allo scopo di comunicarla ad altri.

Numerosi servizi consentono ai consumatori di comunicare pubblicamente la propria posizione, spesso da dispositivi mobili. Alcuni programmi consentono alle persone di effettuare il check-in in posizioni specifiche; altri consentono di comunicare costantemente i propri spostamenti in tempo reale. Un terzo sistema è quello del geotag, utilizzato da siti Web quali Flickr, per consentire ai consumatori di abbinare foto a una posizione su una mappa.

Valutare le proprie impostazioni della privacy

Chi può vedere il luogo in cui sono state scattate le foto e sono stati girati i video?

Numerose applicazioni per le foto e i video consentono di scegliere chi può visualizzare le foto e i video con geotag. Ad esempio, con Flickr è possibile modificare le impostazioni relative alla privacy della posizione delle foto. In alternativa, è possibile creare un "geofence" per rendere più private alcune posizioni geografiche, ad esempio la propria abitazione o la scuola.

Tieni presente che le foto possono includere dati EXIF, ovvero le impostazioni utilizzate da una fotocamera digitale per scattare una foto. Queste impostazioni possono includere la posizione e saranno incorporate quando si carica la foto.

Quanto sono specifiche le comunicazioni?
I servizi basati sulla posizione che tengono traccia degli spostamenti dell'utente consentono di ridurre o aumentare la precisione della posizione. Alcuni servizi consentono di gestire le impostazioni in modo da indicare solamente la città e non l'indirizzo preciso in cui ci si trova.

I servizi di geolocalizzazione possono anche utilizzare le informazioni per inviare all'utente inserzioni personalizzate.

Domande da porsi prima di utilizzare i servizi di geolocalizzazione:

Consigliamo ai minori di 13 anni di non utilizzare i servizi di geolocalizzazione. Per motivi di sicurezza, i bambini non dovrebbero condividere la propria posizione con nessuno. Se i propri figli adolescenti desiderano utilizzare i servizi di geolocalizzazione, è auspicabile porsi le seguenti domande prima di autorizzarli:

So cosa fanno i miei figli?
È consigliabile parlare con loro delle loro abitudini e controllare le impostazioni del loro telefono. Utilizzano servizi di geolocalizzazione? Quali? Conoscono le procedure per la sicurezza online? Consigliamo di controllare le impostazioni di privacy insieme a loro.

I siti Web che frequentano sono adatti alla loro età?
Alcuni siti Web di geolocalizzazione non possono essere utilizzati dai minori di 13 o 18 anni. Controllare il sito per assicurarsi che i ragazzi rientrino nei requisiti di età specificati e per verificare di essere d'accordo con i contenuti del sito.

Le impostazioni della privacy sono abbastanza rigorose?
Per impostazione predefinita, alcuni servizi di geolocalizzazione consentono a chiunque di monitorare le attività degli utenti. Ad esempio, per impostazione predefinita, su Foursquare anche se non si è amici di un utente, è possibile visualizzarne la posizione se si effettua il check-in presso lo stesso luogo. Assicuratii di controllare le impostazioni dei tuoi figli.

Numerose applicazioni per le foto e i video consentono di scegliere chi può visualizzare le foto e i video con geotag. Ad esempio, con Flickr è possibile gestire tale impostazione modificando la privacy delle foto o creando un geofence (un modo per rendere più private alcune posizioni geografiche come ad esempio la propria abitazione o la scuola). Per ulteriori informazioni, consultare la Guida per la sicurezza su Flickr.

Dove effettuano il check-in i miei figli?
Effettuare il check-in presso luoghi personali, come la propria abitazione, quella di un amico o una chiesa non è sicuro, in quanto estranei potrebbero venire a conoscenza di informazioni private.

Quanto sono specifiche le informazioni che rendono disponibili?
I servizi basati sulla posizione che tengono traccia degli spostamenti dell'utente consentono di ridurre o aumentare la precisione della posizione. Alcuni servizi consentono di gestire le impostazioni in modo da indicare solamente la città e non l'indirizzo in cui ci si trova.

I miei figli sanno con chi effettuano il check-in?
È opportuno controllare l'elenco degli amici dei propri figli e chiedere loro se conoscono tutte le persone con cui stanno comunicando. Assicurarsi che conoscano questi amici nella vita reale.

La posizione di mio figlio può essere comunicata da altre persone?
Alcuni siti consentono ai consumatori di mostrare la propria posizione e la posizione degli amici. Controllare le impostazioni dei tuoi figli per verificare se gli amici possono comunicare la loro posizione.

Gli aggiornamenti sono collegati ad altri account?
Se gli aggiornamenti su un social network sono collegati a un account pubblico su un altro sito, i ragazzi potrebbero pubblicare contenuti visibili a un pubblico più ampio di quanto previsto. Controllare le impostazioni della privacy di ogni account per assicurarti che tutti gli account collegati siano visibili solo agli amici.

Per informazioni relative alla posizione su Yahoo, consultare il Centro Informazioni Yahoo.