Consigli per i genitori sulla sicurezza sui social network

  • Pubblicato da Connect Safely

Cercare di essere ragionevoli e di stabilire aspettative altrettanto ragionevoli.

Impedire a un ragazzo di utilizzare il suo social network preferito è come privarlo della sua vita sociale. Invece di risultare protettivo, questo atteggiamento può interrompere la comunicazione e portare i ragazzi a "nascondersi", esponendoli a un rischio maggiore. È molto semplice per loro creare profili e blog gratuiti ovunque, ad esempio dalla casa di un amico o da un cellulare.

Parlare con i ragazzi di come utilizzano i servizi.

È fondamentale parlare direttamente con i ragazzi delle loro esperienze social sul Web, non serve seguire reportage o consultare esperti. I genitori devono aiutare i propri figli a comprendere le linee guida di base per la sicurezza, come ad esempio proteggere la propria privacy (password comprese), non molestare gli amici, non parlare mai di sesso con sconosciuti, evitare di incontrare persone conosciute online e fare attenzione ai contenuti che si pubblicano, poiché tali contenuti possono essere rubati, rielaborati e utilizzati contro di loro.

Favorire il pensiero critico e il comportamento civile

Nessuna legge e nessun software di filtro famiglia o controllo genitori è in grado di proteggere un ragazzo meglio del buon senso per quanto riguarda la sicurezza e i rapporti con gli altri. Le ricerche indicano che i ragazzi aggressivi e violenti online verso gli amici o gli estranei sono esposti a un maggior rischio di diventare vittime essi stessi. È quindi fondamentale insegnare loro a essere onesti cittadini e buoni amici sia online sia nella vita reale.

Esigere che Internet venga utilizzato in un punto della casa molto frequentato

I ragazzi non devono utilizzare Internet nella loro stanza perché i genitori devono essere consapevoli del tempo che trascorrono online. In questo modo i genitori possono incoraggiare i figli a mantenere un buon equilibrio tra il tempo trascorso online e quello trascorso nella attività della vita reale, come i compiti, lo sport e l'incontro tra amici. I genitori devono essere consapevoli del fatto che i ragazzi possono accedere a Internet fuori casa in diversi modi, ad esempio da numerosi cellulari e console.

Convincere i figli a condividere i loro profili e blog con i genitori

È tuttavia necessario essere consapevoli che potrebbero avere più account su più servizi. Utilizzare i motori di ricerca e gli strumenti di ricerca dei siti di social network per cercare nome e cognome, numeri di telefono e altre informazioni identificative legate ai propri figli. Se le informazioni sono disponibili in "luoghi" pubblici online, questo comportamento non rappresenta una violazione della loro privacy. Se le loro pagine sono private è un fatto positivo, ma è ancora meglio se tali contenuti vengono condivisi con i genitori.

© Connect Safely